Sinergie 2015

Il progetto Sinergie, al suo secondo anno operativo, prevede la presenza fattiva di Alba Film Festival nelle attività delle diverse associazioni albesi richiedenti un intervento di natura cinematografica nel loro settore specifico. La tipologia degli interventi è sostanzialmente duplice: elaborazioni in editing da più film di tematiche condivise, oppure proposte con film completi, di natura rievocativa e celebrativa di eventi storici o di personaggi di rilievo sul territorio, e non solo. Parallelamente vi sono progetti di carattere didattico, studiati per le scuole.

Nell’ambito dei lavori di editing, rientrano per l’anno 2015 i seguenti incontri:

  • Figure di riferimento e mediazione. 10 gennaio, ore 17, Saletta di Via Mandelli. In collaborazione con Gruppo Famiglie del Duomo.
  • Due incontri fra cinema e musica. In programma a maggio, Auditorium Beppe Fenoglio. In collaborazione con Alba Music Festival.
  • Visioni della Morte. Mercoledi 24 giugno, ore 21 Sala proiezioni del Seminario.
    Con l'associazione "Ho Cura".

1915 L’Italia in guerra    
lunedì 25 maggio, ore 17.30 Auditorium Beppe Fenoglio
In particolare per il riferimento storico contingente, il tema della Grande Guerra, a cento anni di distanza, riflette su quello che quell’immane, distruttivo conflitto ha significato sulla formazione della nazione, e stato, italiano, contrapponendo – o, meglio, integrando – tre diverse posizioni, in realtà profondamente complementari: La grande guerra di Mario Monicelli (1959), Uomini contro di Francesco Rosi (1970) e Torneranno i prati di Ermanno Olmi (2014) sono accomunati dall’ antiretorica celebratoria, tesi a decostruire il mito declamato della patria e dell’eroismo e forti nel denunciare un conflitto voluto da pochi e combattuto dalle masse. Alba Music Festival continua il discorso sulla prima guerra mondiale con il concerto serale Claude Debussy «musicien français», alle ore 21 presso la Chiesa di San Domenico.

Giorgio Federico Ghedini, ritratto di un compositore
lunedì 1 giugno, ore 17.30 Auditorium Beppe Fenoglio
I due colloqui nel corso di Alba Music Festival continuano una tradizione, ormai consolidata e molto apprezzata, di sorprendente integrazione filmica con gli eventi musicali, autori e opere. Nel cinquantenario della morte del cuneese Giorgio Federico Ghedini, si riscopre anche la sua opera di autore di colonne sonore tra cui Don Bosco di Goffredo Alessandrini, del 1935. Il richiamo del film, citato in sequenze significative (anche nella ricorrenza del bicentenario della nascita del Santo), viene integrato con un breve editing da Moby Dick di J. Huston che introduce all’esecuzione serale del Concerto dell’albatro, capolavoro di Ghedini ad Alba Music Festival, con le relative “escursioni” su H. Melville e Cesare Pavese.

Nella tipologia di film completi:

  • La masseria delle allodole. 6 marzo, ore 21, Chiesa di San Giuseppe. In collaborazione con l’Associazione Padre Girotti,per la Giornata Mondiale dei Giusti:
  • Il sole sorge ancora. In programma l'11 Settembre 2015 nella Chiesa di San Giuseppe per la ricorrenza dell’8 settembre . In collaborazione con Ass. Culturale San Giuseppe e Ass. Padre Girotti.

L’intervento sul genocidio degli armeni (La masseria delle allodole) è mirato a ricordare la figura del musicista Lodovico Rocca (ha dato il nome all’Istituto Musicale di Alba) che ha traslato in opera lirica, Il Monte Ivnor, il celebre romanzo di Franz Werfel: I quaranta giorni del Mussa Dagh, prima e celebre opera sulla tragedia degli armeni cristiani.

La proposta di Don Bosco sortisce più di un link oltre il bicentenario della nascita del popolare santo piemontese: la regia è di Goffredo Alessandrini, nome eminente nel cinema degli anni ’30 (non solo perché marito di Anna Magnani) e del quale si proiettò, in Sinergie 2014, il primo film, e colossal, della San Paolo Film, Abuna Messias; la sceneggiatura è di Aldo Vergano, nome di rilievo nel neorealismo e di cui Sinergie 2015  presenterà l’opera più nota (vedi più avanti); infine, la musica, da temi di Malipiero, è di G.F. Ghedini, già citato sopra.
In sintonia con la programmazione ad AMusicF del "Concerto dell'Albatro", il rimando a Moby Dick è d'obbligo.

La ricorrenza dell’8 settembre sarà ricordata con un film forse poco conosciuto (quindi una possibile “riscoperta”) ma di indubbia importanza nella storia del neorealismo: Il sole sorge ancora, di Aldo Vergano, che abbiamo già menzionato.

Interventi nelle scuole:

  • Pasolini e la tragedia greca. 29 gennaio, presso il Liceo Classico “Govone”
  • Gli anni del terrorismo in Italia: 1969-80. 12 e 19 febbraio presso il Liceo Classico “Govone”
  • In collaborazione con Cespec Summer School 2015 e la partecipazione dell'Associazione "Ho cura": Visioni della Morte. 17 settembre 2015, ore 17.30. Sala del Palazzo Mostre e Congressi “G. Morra” (Piazza Medford 3).

Su sollecitazione di alcuni insegnanti sono stati sviluppati due interventi volti a supportare ed integrare i programmi didattici: il lavoro su Pasolini prende in esame il profondo rapporto del grande intellettuale con la tragedia greca e, in particolare, analizza come ciò si sia tradotto in opere cinematografiche; all’inverso, nei due incontri sul tema del terrorismo una selezione di sequenze tratte da vari film fa da punto di partenza e insieme da chiave interpretativa per una pagina cruciale, ma a tratti ancora oscura, della storia italiana.

Vota questo articolo
(2 Voti)

Newsletter