Rotabile Felliniana

Concerto dalle colonne sonore a ispirazione circense

Nell’opera di Fellini il mondo circense ha una presenza ricorrente e non marginale, data la formazione del regista nella sua infanzia a Rimini: il circo era l’irruzione del fantastico nella ripetitività del quotidiano della provincia, chiusa in se stessa e quindi con aneliti di fuga, almeno nell’immaginazione. L’evento, della durata di un’ora, prevede l’adattamento e l’esecuzione dal vivo di musiche di ispirazione circense di Nino Rota tratte dai titoli più significativi del grande regista, mentre sullo schermo scorrono sequenze scelte dei film stessi. Conduce il Maestro flautista Giuseppe Nova alla guida del quartetto Gli Archimedi*. Precede l’ introduzione di Fabrizio Gavosto organizzatore del Festival Mirabilia, Dino Bosco di Alba Music Festival e Pier Mario Mignone, Presidente di Alba Film Festival.

CLICCA QUI PER RISERVARE UN POSTO

Giuseppe Nova e Gli Archimedi

Giuseppe Nova, flauto
Gli Archimedi
Andrea Bertino, violino
Luca Panicciari, violoncello
Giorgio Boffa, contrabbasso

Di Giuseppe Nova, considerato uno dei più rappresentativi flautisti italiani della sua generazione, il Washington Post ha definito «affascinante» la performance nella capitale statunitense. Altre critiche parlano di «interpretazione illuminata [… e] una straordinaria linea musicale» (il Giornale); «l’arte musicale nella sua perfezione» (Nice Matin FR); «un dialogo condotto con genialità» (Nurtinger Zeitung DE); «raffinata musicalità» (The Sunday Times Malta). Dopo i diplomi in Italia e Francia (Conservatorio Superiore di Lione) alla celebre Scuola di Maxence Larrieu, ha esordito nel 1982 come solista con l'Orchestra Sinfonica della RAI. Di qui l’inizio di una brillante carriera che lo ha portato a tenere concerti e masterclass in Europa, Stati Uniti e America Latina, Asia (Giappone, Cina, Tailandia, Singapore, Corea) esibendosi in celebri sale e festival come Suntory Hall di Tokyo, Parco della Musica di Roma, Conservatorio di Pechino, Seoul Art Center, Umbria Jazz, Smetana Hall e Rudolfinum di Praga, Teatro Filarmonico di Verona, Serate Musicali di Milano. Insegna al Conservatoire de la Vallée d'Aoste ed è stato visiting artist del St. Mary’s College of Maryland, USA. Diverse le sue registrazioni radio-televisive e su CD (Camerata Tokyo, Universal, iTunes) tra gli altri con Maxence Larrieu, Bruno Canino, Arnoldo Foà, Wolfgang Schulz. Ha ricevuto a Kyoto il Premio internazionale per la Musica da Camera, si è esibito per il G20 a Città del Guatemala e nel 2011 gli è stato attribuito a Praga lo European Award for Artistic and Cultural activities. È invitato quale Esperto di strumento presso il Conservatorio Superiore di Losanna e il Conservatorio Superiore di Lione per le Lauree Bachelor e Master of Arts.

Nati nel 2015, Gli Archimedi hanno costruito la loro identità sulla sperimentazione e sull’unicità della loro formazione, un trio d’archi composto da violoncello, violino e contrabbasso. Tutti e tre gli strumenti hanno in comune la musica classica, ma sono molto rare le composizioni scritte per un trio di questo tipo. Violino e contrabbasso sono caratterizzati da una certa versatilità che li rende ugualmente apprezzati sia nella classica che nel jazz e nel folk. Diventa così possibile per il gruppo mantenere un’impostazione cameristica da trio d’archi e, allo stesso tempo, mettersi alla prova con brani ascritti non solo alla musica classica, ma anche al filone folk e jazz. Gli Archimedi non si trovano a metà tra i generi, ma si basano su un attento studio dei brani scelti. Il centro del discorso musicale è la reinterpretazione, che si risolve in uno stile unico e del tutto personale. La formazione classica dei tre musicisti acquista così nuove sfumature grazie alla spiccata originalità nell’accostamento degli strumenti. Queste due componenti fanno sì che brani classici assumano connotazioni folk, e pezzi jazz acquisiscano nuove sfaccettature scalfite dal suono acustico dei tre strumenti che, a turno, improvvisano e accompagnano.

Location:
Polo del ’900 - Torino

Newsletter

captcha